Il sartù di riso

Un successo della cucina campana! Uno dei piatti più ricchi e completi che, a pranzo  può essere consumato anche come "piatto unico". Gli ingredienti possono variare in base al gusto personale; io vi propongo una versione ricca e gustosa.


Ingredienti:
400 gr di riso per risotti
200 gr di prosciutto cotto a dadini
una scamorza
200 gr di carne macinata
450 gr di salsa di pomodoro
cipolla
30 gr di burro
3 uova sode
200 gr di piselli
Pane grattugiato
parmigiano grattugiato
olio extra-vergine
sale, pepe



Procedimento:
Cominciamo a preparare il sugo che ci servirà per condire il nostro sartù. In una pentola metteremo l'olio e la cipolla a soffriggere. Appena pronto caleremo la salsa di pomodoro e portiamo a cottura fin quando non otteniamo un bel sugo denso. Mentre il sugo cuoce prepariamo le nostre polpettine in questo modo : mettiamo in una terrina la carne trita, salata e pepata. Uniamo 1 uovo intero, due cucchiaiate di formaggio grattugiato e il pane raffermo strizzato che abbiamo messo prima  in acqua ad ammorbidire. Amalgamiamo bene gli ingredienti, poi ricaviamo dal composto tante polpettine  piccole che friggeremo subito in olio bollente. Scoliamole su carta assorbente e teniamole da parte.


Al contempo cuociamo il riso che scoleremo un pò al dente perchè poi dovrà continuare la sua cottura in forno. Cuociamo i  piselli e teniamoli da parte. Appena il riso e il sugo saranno pronti, iniziamo a comporre il nostro sartù di riso. Prendiamo uno stampo a ciambella, oppure di forma normale. Imburriamolo e cospargiamolo di pane grattugiato. Nel riso che abbiamo scolato mettiamo il burro e una parte del sugo. Versiamolo un pò per volta nello stampo e cominciamo ad aggiungere i piselli, il prosciutto a dadini, le polpettine, la scamorza a pezzetti, il formaggio grattugiato, le uova sode a pezzettini e, infine, un'altra parte di sugo.

Ricopriamo con il restante riso. Completiamo con il resto del sugo e spolveriamo con del parmigiano, pane grattugiato e dei fiocchetti di burro. Inforniamo per trenta - quaranta minuti a 180 gradi.

Dopo cotto, lasciamo raffreddare il sartù per qualche minuto, per poi capovolgerlo su un piatto di portata e serviamo in tavola !




Commenti

Post più popolari