La minestra maritata

Questa ricetta è tipica della tradizione campana, ed è chiamata nella lingua regionale " 'a menesta maretata". E' un piatto a base di verdure, che sposano la carne di maiale... da qui deriva il suo nome. E' usanza cucinarla a Natale, molti usano il giorno di Santo Stefano per dare una pausa alle grandi mangiate natalizie, ma è consumata anche nel periodo pasquale, data l'abbondanza di varietà di verdure.
Se preparata secondo la tradizione, certamente non sarà un piatto per così dire "light" ma, se seguirete i seguenti accorgimenti, otterrete un piatto unico, comunque molto gustoso ma meno calorico. Ecco in anteprima come si presenta il piatto servito.




Ingredienti per 4 persone :

2 mazzi di scarole o indivia
2 mazzetti di spinaci
2 mazzetti di costine (o bietole)
2 mazzetti di cime di rapa o broccoli
1 verza piccola
1 mazzetto di cicoria
1 cotechino
1 pezzo di cotenna di maiale
2 o 3 salsicce
1 fondino di prosciutto crudo, meglio se con osso.




Procedimento :

Una volta pulite tutte le verdure, le scaldiamo per ordine di cottura, prima gli spinaci, poi le costine e la scarola, poi le cime di rapa, la verza e la cicoria. In una pentola a parte, con abbondante acqua cuoceremo prima il cotechino, poi subito dopo aggiungeremo le salsicce, poi la cotenna e infine il fondino di prosciutto. Una volta che tutto ciò è pronto, lo faremo raffreddare, affinchè il grasso solidificandosi venga su e, con una schiumarola, provvederemo a sgrassare il brodo che si è venuto a creare. Nel frattempo preleviamo e tagliamo a pezzettini il cotechino, le salsicce, la cotenna e "disossiamo" il fondino di prosciutto.


                             

Una volta che tutto ciò è stato fatto, in un'altra pentola metteremo una PARTE del brodo sgrassato, portiamo a ebollizione e caleremo le nostre verdure che precedentemente abbiamo cotto. Lasciamo insaporire per una decina di minuti e quindi aggiungeremo anche i pezzetti di cotenna, cotechino, salsiccia e prosciutto, facendo ulteriormente insaporire il tutto per altri dieci-quindici minuti. Volendo si potrà anche aggiungere un pizzico di peperoncino per rendere il tutto più gustoso.
Quando il tutto sarà ben legato, impiattiamo e serviamo ben caldo, accompagnando il pasto con del pane bruschettato caldo che si potrà immergere a pezzetti nel brodo del piatto.


Non mi resta che augurarvi ....

Buon appetito!!!!



Commenti

Post più popolari