Calamari ripieni

Il calamaro è un mollusco cefalopode con corpo fusiforme allungato. Ha un mantello cilindrico sopra il capo che contiene gli organi interni. Il calamaro ha in tutto dieci tentacoli con ventose: otto più corti e due tentacoli più lunghi con estremità a forma di clava. Nel nostro mare la lunghezza massima dei calamari è di 40 cm, mentre sono molto comuni molluschi di 15-25 cm. I calamari sono venduti freschi o congelati; è preferibile scegliere molluschi piccoli  perché sono più teneri e gustosi. Le carni sono magre, con un buon contenuto di vitamine e sali minerali e, per la loro forma a sacca, sono ideali per vari ripieni.

Ingredienti:
4 calamari freschi
5 fettine di pane raffermo
2 spicchi di aglio
4-5 acciughe
una decina di capperi
prezzemolo
 10 olive verdi o nere
sale-pepe
olio extra-vergine d'oliva
vino bianco secco

Procedimento:
Laviamo e puliamo bene i calamari. Teniamo da parte il mantello (o alette). In una ciotola facciamo ammorbidire il pane con il latte. Una volta pronto, strizziamolo bene e aggiungiamo le olive tagliate a pezzettini, i capperi, il prezzemolo entrambi tritati, lo spicchio di aglio schiacciato, le acciughe a pezzettini, il pepe, un pò di sale, le alette tagliate a pezzettini e, infine, l'olio extra-vergine. Amalgamiamo bene il tutto e riempiamo le sacche del calamaro chiudendole con i tentacoli e uno stecchino. In una padella uniamo 4 cucchiai di olio e uno spicchio di aglio e facciamo rosolare i calamari. Sfumandoli dopo 10 minuti con il vino bianco. Proseguiamo la cottura a fuoco lento, fino a fine cottura. Spolverizziamo con il prezzemolo e serviamo.

Commenti

Post più popolari