Il panuozzo Campano

Ipanuozzo nasce in Campania e nello specifico a Gragnano,  conosciuta nel mondo con il nome di Città della Pasta. Con la sua cugina più famosa "la pizza" condividono l’impasto e gli ingredienti, costituendo insieme il top dello street food campano. Nasce come pranzo da asporto per gli operai edili e  prende il nome dalla sua forma, che ricorda appunto un panino farcito. Cotto nel forno a legna, verrà poi farcito nei modi più vari proprio come si fa con la pizza. Le farciture più diffuse, sono con i funghi, la pancetta e la scamorza affumicata, oppure la versione con i friarielli e la salsiccia. Potete prepararlo anche nel forno elettrico, non sarà "the original" ma risulterà comunque un buon compromesso! 


Ingredienti:
700 gr di farina 0
350 gr di acqua tiepida
5 gr di lievito di birra
10 gr di sale

 Procedimento:
Setacciamo la farina e impastiamo tenendo sempre il sale lontano dal lievito. Lasciamo  lievitare     fino al raddoppio. Una volta pronto, dividiamo l'impasto in panetti da 250 gr e lasciamoli rilievitare. Successivamente, stendiamo i panetti dandogli la forma di un panino allungato con uno spessore di pochi millimetri. Cuociamoli nel forno a legna a 400 C° o nel forno elettrico a 200 C°. Quando il panuozzo inizierà a gonfiarsi assumendo la forma di un grosso panzerotto, togliamolo dal forno e, tagliandolo in 2 parti proprio come si fa con un panino, procediamo alla farcitura. Una volta farcito richiudiamolo e rimettiamolo in forno, in modo da permettere agli ingredienti di cuocere, per un totale di circa 5-8 minuti.

Commenti

Posta un commento

Post più popolari