Carne in saor

La carne in saor, detta anche in carpione, è un modo antichissimo di cucinare la carne, le sarde, o le zucchine. Infatti quando non c'era il frigorifero, per far mantenere questi prodotti si utilizzava la marinatura con l'aceto, affinché potesse durare più a lungo. Queste ricetta fa anche tanto estate, perché va mangiata fredda, ed è buonissima e comodissima da portare in gita, o da preparare con anticipo per poi gustarla quando si rientra dal mare.



Ingredienti:
10 fettine di lonza di maiale o di vitello (il girello)
3 cipolle bianche fresche
1 bustina di pinoli
uva sultanina q.b
2 uova
olio extra- vergine
pan grattato
mezzo bicchiere di vino bianco
mezzo di aceto bianco
sale
olio d'arachidi
  
Procedimento:
Fatevi fettare dal macellaio delle fettine di lonza o di vitello sottili. Panatele come per fare una cotoletta e poi friggetele. Scolatele e tenetele da parte. In una padella fate appassire la cipolla a fettine con l'olio, poi unite i pinoli e l'uva sultanina precedentemente ammollata in acqua tiepida. Fate insaporire qualche minuto e poi sfumate con il vino bianco facendolo evaporare bene. Infine aggiungete l'aceto e lasciate cuocere qualche minuto. Salate e volendo  aggiungete del peperoncino. Riprendete la carne e ponetela in una pirofila facendo un primo strato di carne e un po' di condimento, e così fino a finire tutta la carne. Lasciate marinare almeno 24 ore. Servite con insalata o patate lesse. Si conserva in frigo anche una settimana.

Commenti

Posta un commento

Post più popolari